Sguardi da vicino, sguardi da lontano Prima escursione delle 4 in calendario Parco della Vena del Gesso

Sabato 10 giugno: "Sguardi da vicino, sguardi da lontano"

 

Sabato 10 giugno parte l'iniziativa "Sguardi da vicino, sguardi da lontano"

sguardi

Tra natura, ambiente, socialità e voglia d'integrazione. L'Azienda di Servizi alla persona della Romagna faentina in collaborazione con il Comune di Casola Valsenio organizza una particolare iniziativa tra natura e integrazione spalmata lungo le diverse stagioni dell'anno.

Si tratta di quattro diverse escursioni, aperte a tutti, con guida nel Parco della Vena del gesso. Ma non solo. Ad ogni uscita parteciperanno anche alcuni cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale temporaneamente ospitati nel territorio della Romagna Faentina.

Quella che prende il via sabato, le altre sono il 16 luglio, il 7 ottobre e il 28 gennaio, prevede l'attraversamento di pasaggi di grande importanza natuiralistica che permetterà ai partecipanti di scoprire luoghi di grande fascino e al contempo si potrà conoscere persone con storie e culture diverse.
“La primavera tra gessi e calanchi” questo il nome scelto per la prima uscita verterà sul territorio di Brisighella, più precisamente nell'area del parco di Ca' Carnè. L’escursione, partendo dal borgo di Brisighella, il ritrovo è fissato alla stazione Fs alle ore 9, risalirà attraverso i colli, verso il Museo geologico della "ex Cava del Monticino", esempio di recupero di una struttura mineraria dismessa per un nuovo geoturismo, per arrivare al rifugio Carnè dove si farà una pausa per il pranzo (10 euro).

Da qui alcuni brevi anelli permetteranno di apprezzare le numerose peculiarità di questo luogo.

A conclusione delle uscite, nella primavera 2018, sarà realizzata una mostra fotografica, che farà tappa nei sei comuni dell’Unione della Romagna faentina, col materiale raccolto dai richiedenti protezione internazionale partecipanti all’iniziativa.

 
Locandine: